#Autotrasporti-logo

#Autotrasporti

Talk Show Replays

È il racconto settimanale di un mondo che non si ferma mai: quello dei trasporti, dell'autotrasporto in particolare. Un comparto fondamentale per la vita e l'economia di un paese, una "catena" alla quale è agganciata la nostra quotidianità. Sostenibilità, intermodalità, efficienza, competitività sono le parole ricorrenti in questo programma che "viaggia" tra voci, testimonianze, notizie, approfondimenti. La trasmissione è realizzata in collaborazione con il Comitato Centrale dell'Albo degli Autotrasportatori (Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili)

Location:

Milano, Italy

Description:

È il racconto settimanale di un mondo che non si ferma mai: quello dei trasporti, dell'autotrasporto in particolare. Un comparto fondamentale per la vita e l'economia di un paese, una "catena" alla quale è agganciata la nostra quotidianità. Sostenibilità, intermodalità, efficienza, competitività sono le parole ricorrenti in questo programma che "viaggia" tra voci, testimonianze, notizie, approfondimenti. La trasmissione è realizzata in collaborazione con il Comitato Centrale dell'Albo degli Autotrasportatori (Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili)

Language:

Italian


Episodes
Ask host to enable sharing for playback control

Valichi alpini “strategici”: uno studio di Uniontrasporti; Porto di Napoli, attese infinite, la protesta degli autotrasportatori

5/20/2024
La valenza strategica dei valichi alpini è stata ribadita da uno studio di Uniontrasporti. “Sono fondamentali per il nostro interscambio commerciale con l’Europa, ma sono fragili. Sia infrastrutturalmente che normativamente, pensiamo ai divieti”, spiega Antonello Fontanili, direttore di Uniontrasporti. “In caso di emergenze manca un piano per affrontarle e pure il dialogo tra i paesi è carente”, aggiunge. Autotrasportatori in agitazione a Napoli per le lunghe attese per entrare e uscire dal terminal container. “Una Situazione insostenibile, ore e ore di coda, ne va della gestione economica dei servizi ma anche della sicurezza stradale e dell’ambiente”, denuncia Attilio Musella, Cna-Fita Campania.

Duration:00:10:33

Ask host to enable sharing for playback control

Puntata del 13/05/2024

5/13/2024

Duration:00:10:15

Ask host to enable sharing for playback control

Mar Rosso, il punto sulle conseguenze - Autotrasporto in difficoltà, il caso Arezzo

5/6/2024
“Rispetto alle previsioni iniziali, le conseguenze della crisi del Mar Rosso hanno avuto un impatto meno pesante sulla nostra economia e la nostra logistica, pure per i noli non c’è stata l’impennata temuta”, commenta Luigi Merlo, presidente di Federlogistica, facendo il punto sui traffici nei nostri porti. “Aumentano i costi, pensiamo solo al gasolio, e diciamo no alla sospensione breve della patente, a causa di problemi infrastrutturali e quindi di un allungamento delle percorrenze. Per gli autotrasportatori è sempre più difficile rispettare i tempi di guida e di riposo, quindi c’è il rischio di incorrere nella sanzione”, denuncia Antonio Peruzzi, Cna-Fita Arezzo a proposito del modifiche al codice della strada che il Parlamento si appresta ad approvare. “Il pedaggio per i tir sulla Firenze-Pisa-Livorno sarebbe ingiusto”, aggiunge.

Duration:00:10:33

Ask host to enable sharing for playback control

Vertenza Brt, fermo sospeso, Donati (Assotir): “Si tratta”; A 18 anni alla guida dei tir, Lomonte (Confartigianato Trasporto): “Direzione giusta”

4/29/2024
Era previsto fino al 2 maggio ma è stato sospeso il fermo proclamato da Assotir nell’ambito della vertenza Brt. “Dal 2 maggio si tratta su tutte le questioni: dalla disdetta dei contratti all’inclusione dei nuovi vettori, dagli adeguamenti tariffari all’individuazione delle modalità attraverso cui le piccole e medie imprese possono avere all’interno del sistema Brt un ruolo e una prospettiva di sviluppo magari anche aggregandosi”, spiega Claudio Donati, segretario generale di Assotir. “L’abbassamento a 18 anni dell’età per il conseguimento delle patenti, e la possibilità che già a 17 anni inizia la formazione, è un’iniziativa che apprezziamo, va nella direzione giusta per affrontare la grave carenza di autisti”: così Sergio Lomonte, segretario nazionale di Confartigianato Trasporti, commenta la posizione assunta dal Parlamento europeo sul testo proposto dalla Commissione. E sul rispetto dei tempi di pagamento, dice: “La Spagna è un esempio virtuoso, i tempi si sono ancora ridotti, le nostre imprese non possono continuare a fare da bancomat ai committenti”.

Duration:00:10:51

Ask host to enable sharing for playback control

Infrastrutture, il caso Cuneo - Ex Ilva, incertezze per gli autotrasportatori - Cantieri autostradali in Liguria, arrivano i rimborsi

4/22/2024
Un giro d’Italia con testimonianze dai territori tra deficit infrastrutturali e cantieri. “Il tunnel del Tenda, da 4 anni impraticabile, e la strada del Colle della Maddalena, non percorribile per le frane, sono solo i due casi più significativi del deficit infrastrutturale della nostra provincia, un danno grave per le imprese di autotrasporto, in termini di costo e di tempo”, commenta Gabriele Bracco, segretario di Astra Cuneo. “La situazione è ancora di stallo, Taranto non può andare avanti con la cassa integrazione”, dice Giacinto Fallone, Casartigiani Taranto, a fronte della situazione di grave incertezza che grava sul futuro dell’ex stabilimento Ilva e quindi sulle aziende dell’indotto. Via libera da parte di Autostrade per l’Italia ai ristori a favore delle imprese di autotrasporto per i maggiori tempi di percorrenza sostenuti nel 2022 a causa dei cantieri aperti sulla rete ligure. Ammontano a 33 milioni e 700 mila euro e sono poco più di 1 milione e 800 mila i transiti per i quali scatta il rimborso. “Si tratta di 18 euro a transito, è un ristoro solo parziale, comunque è positivo che sia arrivano un contributo, ora si avvierà l’istruttoria per il 2023”, spiega Giuseppe Tagnochetti, Trasportounito.

Duration:00:11:08

Ask host to enable sharing for playback control

Mercato dei veicoli pesanti stabile, Giorda, Anfia: “Occorre un grande piano di incentivi per rinnovare le flotte”

4/15/2024
Al G7 dei Trasporti di Milano novità sui valichi alpini. Al termine del bilaterale Italia-Francia è stato annunciato che al Frejus entro la fine dell’anno aprirà la seconda canna del tunnel stradale e in quello ferroviario riprenderà la circolazione dei treni interrotta dalla fine di agosto in seguito ad una frana in territorio francese. Anfia ha presentato i dati delle immatricolazioni dei nuovi veicoli pesanti. “Occorre un grande piano di incentivi per rinnovare le flotte, l’età media dei tir è sempre più alta, la quota di mezzi alimentati a gnl ed elettrici resta ancora poco significativa”, commenta Gianmarco Giorda, direttore generale di Anfia. Di sostenibilità e intermodalità abbiamo parlato con Felice Giuliani, docente di strade, ferrovie e aeroporti dell’Università di Parma.

Duration:00:09:35

Ask host to enable sharing for playback control

Codice della strada, Peron, Fiap: “Sospensione della patente e alcolock, le modifiche devono tenere conto della specificità dell’autotrasporto”

4/8/2024
Dopo il via libera da parte della Camera, per diventare legge le modifiche al codice della strada dovranno essere approvate dal Senato. Alcune di queste norme “impattano” sul mondo dell’autotrasporto anche se non in maniera specifica. “Per quanto riguarda la sospensione della patente sulla base del numero dei punti il nuovo codice non tiene conto che gli autisti professionali hanno un doppio conteggio”, sottolinea Alessandro Peron, segretario generale di Fiap. “Anche sull’obbligo dell’alcolock, va considerato che i mezzi non vengono guidati sempre dallo stesso autista, difficile applicare la norma”, aggiunge. Valichi alpini tra fragilità, lavori, divieti. Ne parliamo con Giancarlo Bertalero, ingegnere, componente dell’Alpine Traffic Observatory della Commissione europea.

Duration:00:11:14

Ask host to enable sharing for playback control

Digitalizzazione, la spinta del Pnrr; Falteri, Federlogistica: “Per le aziende fondamentale investire in cybersecurity”.

4/1/2024
Per digitalizzare la logistica, per fare quello scatto avanti decisivo lungo questa strada obbligata nel presente e tanto più per il futuro, il Pnrr mette a disposizione 250 milioni di euro, 175 dei quali da destinare direttamente alle imprese. E’ un’occasione irripetibile e imperdibile. Ne parliamo con Davide Falteri, vice presidente di Federlogistica. “Per le aziende della logistica è altrettanto fondamentale attrezzarsi per prevenire e, nel caso, contrastare gli attacchi dei pirati informatici, nessuna impresa, anche la più piccola, può ritenersi immune da questo rischio”, sottolinea. E digitalizzazione, intermodalità e sistematico ricorso alla clausola franco fabbrica (ex work) sono i parametri presi a riferimento dalla ricerca condotta da Srm, il centro studi collegato a Intesa Sanpaolo, che ha coinvolto 400 aziende manifatturiere che esportano i propri prodotti. Ne parliamo con Alessandro Panaro, economista dei trasporti di Srm.

Duration:00:11:20

Ask host to enable sharing for playback control

Logistica e trasporti, si tratta sul rinnovo del contratto di lavoro; Traforo del Monte Bianco, perché nuove chiusure

3/25/2024
Alla fine di marzo scade il contratto di lavoro “logistica e trasporti” che riguarda un milione di addetti. “Da mesi si susseguono gli incontri tra le associazioni datoriali e i sindacati, è stato trovato l’accordo sul periodo di vacanza, ora si lavora per avvicinare le parti e arrivare al rinnovo, sul fronte normativo si dovrà tenere conto delle nuove figure professionali”, dice Daniele Conti, responsabile di Legacoop Produzione e servizi. Dopo le 9 settimane di chiusura lo scorso autunno, sempre per lavori nuovo stop alla circolazione nel traforo del Monte Bianco. Accadrà per più notti, durante la settimana, tra l’ 8 aprile e il 18 giugno. E poi, in autunno in programma una nuova chiusura. Quali interventi verranno eseguiti e quanto tempo richiederanno? Lo abbiamo chiesto a Riccardo Rigacci, direttore di Geie Tmb, la società di gestione del tunnel.

Duration:00:10:20

Ask host to enable sharing for playback control

Puntata del 18/03/2024

3/18/2024

Duration:00:10:45

Ask host to enable sharing for playback control

Brennero e procedura d’infrazione, Fontanili, Uniontrasporti: “Anche la Germania assuma iniziative contro l’Austria”

3/11/2024
Tutte le associazioni del mondo della logistica hanno scritto ai massimi rappresentanti delle istituzioni europee per esprimere pieno sostegno al governo italiano dopo la richiesta avanzata alla Commissione di avviare la procedura di infrazione contro l’Austria per i divieti imposti ai tir che transitano al Brennero. Nella missiva hanno contabilizzato i danni subiti dalle nostre imprese in seguito a queste limitazioni: tra impatti diretti e indiretti si parla di 360 milioni all’anno, in sei anni vuol dire oltre 2 miliardi di euro. “Anche la Germania assuma iniziative contro l’’Austria, questi divieti penalizzano tutto il transito delle merci lungo il corridoio scandinavo-mediterraneo”, dice Antonello Fontanili, direttore di Uniontrasporti. In Italia quasi 8 imprese su 10 che esportano i propri prodotti si affidano alla formula “franco fabbrica”, cioè non si occupano del trasporto della merce che quindi spetta all’acquirente. Una scelta penalizzante, si sostiene da più parti. Ne parliamo con David Doninotti, segretario generale di Aice, l’associazione italiana commercio estero.

Duration:00:10:42

Ask host to enable sharing for playback control

Ex Ilva, Mariella (Anita): “Crediti per oltre 5 milioni, senza sostegni le imprese di autotrasporto non possono più garantire i servizi”

3/4/2024
“Le aziende sono al tracollo, occorre vincolare a loro garanzia, una parte delle somme stanziate per il commissariamento”, dice Natale Mariella, vice presidente di Anita a nome anche delle altre associazioni. “Per il periodo del commissariamento sospendere i pagamenti degli oneri fiscali e previdenziali, un tavolo permanente di confronto, e ammortizzatori sociali, queste sono le altre nostre richieste”, aggiunge. Nel 2023 sulla rete di Aspi il traffico di mezzi pesanti è aumentato del 6%. E i primi dati del 2024 parlano di un ulteriore incremento: + 5,7% per i mezzi con 3 o più assi, +2,2% per quelli a 2 assi. Dati un po’ a sorpresa alla luce della crisi dei traffici di merci denunciati, in particolare, nella seconda metà dello scorso anno. Li commentiamo con Damiano Frosi dell’Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano.

Duration:00:10:10

Ask host to enable sharing for playback control

Diciottenni alla guida dei tir, le proposte di Fai per affrontare la carenza di guidatori; “Navigatori” ingannevoli, tir “incastrati”, spieghiamo perché succede

2/26/2024
Patente già a 18 anni e a 17 anni la possibilità di salire nelle cabine dei tir per affiancare l’autista. Sono le proposte di Fai-Conftrasporto recepite da alcuni europarlamentari in vista della prossima plenaria di Strasburgo. “Per avvicinare i giovani a questo mestiere occorre partire dalle scuole, abbiamo avviato progetti in tale direzione, fondamentale far conoscere il mondo della logistica ai ragazzi”, dice Paolo Uggè, presidente di Fai. Tir che finiscono fuori strada perché gli autisti sono ingannati da informazioni sbagliate comunicate dai navigatori. Continua a succedere. Perché? Ne parliamo con Francesco Ballarin, ingegnere, esperto di soluzioni tecnologiche nel mondo del trasporto.

Duration:00:11:48

Ask host to enable sharing for playback control

Brennero, Confartigianato Trasporti: “La recessione in Germania fa calare i transiti di merce" - Furgoni sempre più vecchi, Unrae sollecita i nuovi incentivi

2/19/2024
Mentre il governo italiano scrive alla Commissione europea affinché venga avviata la procedura d’infrazione contro l’Austria per i divieti ai nostri tir, Confartigianato Trasporti aggiorna i dati sui transiti rilevando che il nostro export è in calo in seguito, soprattutto, alla recessione in Germania, sottolinea il presidente Amedeo Genedani. “Bene il governo ha fatto ad intraprendere l’iniziativa contro l’Austria, l’attendevamo da anni”, dice. In Italia circolano i furgoni più vecchi d’Europa: la media è di 14,7 anni, quella europea è di 12,5. “Dopo i vari annunci, il governo proceda con il decreto che dia il via libera al nuovo piano di incentivi, bisogna fare presto”, sollecita Andrea Cardinali, direttore generale di Unrae. “Oltretutto cala la quota di mercato dei veicoli elettrici, parliamo di una percentuale insignificante”, aggiunge.

Duration:00:10:39

Ask host to enable sharing for playback control

Intelligenza artificiale e trasporto su strada, le proposte di “Cna-Fita” - Logistica del fresco, il tempo dell’intermodalità

2/12/2024
“L’intelligenza artificiale sarà fondamentale per monitorare lo stato delle infrastrutture e regolare così gli interventi di manutenzione, ma pure un sistema tariffario adeguato alla qualità del servizio”, dice Mauro Concezzi, responsabile nazionale di Cna-Fita. “E pure per tarare meglio il calendario dei divieti per i tir, ormai anacronistico”, aggiunge. “La crisi del Mar Rosso, passaggio fondamentale per il nostro interscambio commerciale, con l’allungamento delle rotte delle navi e l’impennata dei noli impone di scegliere rotte terrestri. E questo vale ancor di più per il trasporto di frutta e verdura, occorre puntare su trasporti combinati gomma-ferro”, sottolinea Luca Lanini, che all’Università Cattolica è docente di Logistica e Supply change management.

Duration:00:11:41

Ask host to enable sharing for playback control

Crisi del Mar Rosso e impatti sulla logistica, il punto dal porto di Trieste - Ex Ilva, gli autotrasportatori: “No all’ipotesi commissariamento”

2/5/2024
Riflettori sempre (forzatamente) accesi sulle conseguenze della crisi del Mar Rosso, quindi sugli impatti per i traffici nei porti e a carico dell’intero impianto logistico. Oggi andiamo a Trieste, al nostro microfono Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico Orientale, aggiorna la situazione. “Il rischio da scongiurare è che, in seguito all’allungamento delle rotte, molte compagnie decidano di saltare il Mediterraneo e quindi i porti dell’Adriatico”, dice. Davanti all’ex Ilva di Taranto prosegue il presidio degli autotrasportatori che vantano crediti milionari per servizi non pagati. “No all’ipotesi del commissariamento, rischiamo di perdere il nostra denaro”, dice Giacinto Fallone, Casartigiani Taranto.

Duration:00:11:46

Ask host to enable sharing for playback control

Crisi del Mar Rosso, Rixi: “Pronti a misure correttive anche in sede legislativa a favore della logistica”

1/29/2024
Con il passare delle settimane si aggravano le conseguenze sulla logistica indotte dalla crisi del Mar Rosso che sta sconvolgendo le rotte mondiali delle merci. “Siamo pronti ad adottare misure correttive anche se in sede legislativa per garantire alla nostra logistica di poter funzionare in qualsiasi condizione”, dice il vice ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Edoardo Rixi. “Il problema è sulle linee di comunicazione con il Sud est asiatico, le rotte terrestri non sono praticabili, la situazione è complessa perché non sappiamo quello che potrebbe accadere nelle prossime settimane, se tutto questo dovesse perdurare, anche a livello europeo ci saranno variazioni alle regole per le connessioni internazionali”, aggiunge.

Duration:00:11:28

Ask host to enable sharing for playback control

Marciani, Freight: “Una tempesta perfetta sui traffici mondiali di merci” - Assotir apre la “sezione bisarche”, la concorrenza dei lituani

1/22/2024
Sulle tensioni nel Mar Rosso e sulle conseguenze lungo le rotte mondiali delle merci facciamo il punto con Massimo Marciani (nella foto), presidente del Freight Leaders Council, il think thank della logistica. “Le nostre imprese, produttive e della logistica, avranno impatti pesanti sulla loro attività, oltretutto per i traffici mondiali e quindi le forniture va considerato che siamo alla vigilia del Capodanno, per l’autotrasporto sarà un altro momento difficile in un tempo segnato costantemente dalle emergenze”, spiega. Assotir ha costituito una sezione dedicata alle “bisarche”, quindi al trasporto di veicoli. “È un servizio particolare che merita attenzioni specifiche, molto legato all’andamento del mercato dell’automotive, con mansioni e rischi diversi dalle altre attività di trasporto”, spiega il segretario generale Claudio Donati. E aggiunge: “In questo campo, nei trasporti internazionali, si fa sempre più forte la concorrenza dei vettori lituani”.

Duration:00:10:26

Ask host to enable sharing for playback control

Mar Rosso, traffici in calo nei porti, a Genova autisti dei tir verso la cassa integrazione

1/15/2024
Già si manifestano le conseguenze delle tensioni nel Mar Rosso a carico del nostro sistema logistico e si aggiungono al calo dei traffici rilevato negli ultimi mesi del 2023 in seguito alla contingenza economica. "A Genova e negli altri porti liguri le imprese di autotrasporto che operano tra le banchine si trovano in grande difficoltà, stiamo ragionando con i sindacati per arrivare alla cassa integrazione, è una soluzione inevitabile", dice Giuseppe Tagnochetti, Trasportounito. “Fino a poco tempo il problema era opposto, mancavano autisti, oggi ce ne sono troppi rispetto ai servizi che vengono svolti in porto”, aggiunge. Aggravi di costi pesanti per le imprese di autotrasporto del Piemonte. “Con l’inizio dell’anno i rincari dei pedaggi e soprattutto delle tariffe per il transito nei trafori del Monte Bianco e del Frejus ci stanno mettendo a dura prova”, denuncia Giovanni Rosso, Confartigianato Trasporti Piemonte. “A questo vanno aggiunti i tempi di percorrenza allungati dai numerosi cantieri infiniti aperti sulle autostrade che attraversano i nostri territori”, spiega ancora.

Duration:00:11:34

Ask host to enable sharing for playback control

Tensioni nel Mar Rosso, le ripercussioni sulla nostra logistica

1/8/2024
Gli attacchi degli Houti ai mercantili in transito nel Mar Rosso, la decisione di molte compagnie di evitare Suez e fare rotta verso il Capo di Buona Speranza allungando di dieci giorni la navigazione tra l’Oriente e l’Europa (e viceversa), i ritardi nelle forniture, le catene logistiche spezzate, l’aumento dei noli. Facciamo il punto con Luigi Merlo, presidente di Federlogistica. Il mercato dei mezzi pesanti, il rapporto con i clienti, le loro esigenze, l’evoluzione della tecnologia. Di tutto questo parliamo con Massimo Artusi, vice presidente di Federauto, l’associazione dei concessionari di veicoli.

Duration:00:10:44